Da Bomarzo a Viterbo, le bellezze del Lazio

03 marzo 2016 - BOMARZO (VT)

Primo Giorno

Si arriva nella suggestiva Bomarzo, in provincia di Viterbo: questo piccolo comune è soprattutto famoso per il Parco dei Mostri. Nato per volontà del Signore Orsini, in questo parco ci sono monumenti in pietra che rappresentano mostruose figure, legate alla mitologia. Pranzo al sacco. A circa un’ora di viaggio da Bomarzo, si trova l’incantevole Bolsena. Denominata la città del miracolo eucaristico, è affacciata sull’omonimo Lago che pare si sia generato oltre 300.000 anni fa. Oltre a visitare i bellissimi borghi, consigliamo di vedere anche la Cappella del Miracolo – dove da un’ostia spezzata, sgorgò sangue – e, ovviamente, il Lago. Caratterizzato da natura incontaminata, è balneabile e al suo interno sono tantissime le varietà di pesce che è possibile trovare. Per la cena e il pernottamento suggeriamo l’Agriturismo Le Vigne: affacciato sul lago, questo agriturismo - che può ospitare fino a 25 persone - offre un panorama mozzafiato e non solo, ottima, infatti, è anche la cucina le cui specialità sono i piatti tipici locali e dell’Alta Tuscia, come minestre, acqua cotta, tagliatelle, pasta al forno, maltagliati, spaghetti al sugo di anguilla o ragù di pesce, coregone al forno e in salsa, arrosti e torte salate.

Secondo Giorno

Escursione nella Riserva naturale del Monte Rufeno: circa 3.000 ettari di parco, tutti da visitare. La fauna presente all’interno è composta anche da diverse specie, compresi rapaci di rara bellezza. Subito dopo pranzo si prosegue per Viterbo, città di origini molto antiche, come testimonia anche il centro storico medievaleDa visitare il Duomo di San Lorenzo e la Chiesa di San Silvestro. Di particolare interesse anche il Palazzo dei Papi e il meraviglioso giardino di Villa Lante. In questa zona, per cena e pernottamento suggeriamo Il Marrugio: 10 camere dotate di ogni comfort e ben  22 ha di terreno coltivato. Tra le specialità della cucina locale: affettati, formaggi misti caprini e formaggi di pecora, olio e vino. Il menù cambia secondo le stagioni.
Calcola il percorso
Calcola il tuo percorso