Trentino-Alto Adige tra natura e relax

08 gennaio 2016 - TRENTO (TN)

Neve fresca e un paesaggio, quello delle Dolomiti (Patrimonio UNESCO), davvero mozzafiato: riuscire a ritagliarsi una tre-giorni in questa zona praticamente incontaminata d’Italia, vuol dire davvero rimettersi in pace con il mondo.

Per chiunque desideri passare qualche giorno da queste parti, ecco un suggerimento di mini-itinerario.
 
 
Primo Giorno
La prima tappa di questa passeggiata di benessere, a contatto con la natura è la bella Trento: nella valle del fiume Adige, questa città per quasi il 51% è composta da boschi e, secondo quanto è stato tramandato, sembra che abbia origini che risalgono addirittura all’epoca pre-romana. Chi arriva a Trento, deve assolutamente visitare la Cattedrale di San Virgilio, il Palazzo delle Albere, la Fontana di Nettuno e il meraviglioso Castello del Buonconsiglio.
Questo venne costruito nel 200 e fu dimora dei principi della città; oggi viene utilizzato soprattutto per mostre di arte moderna. Cena e pernottamento.

Secondo Giorno
Si parte alla volta di Fai della Paganella, piccolissimo comune sempre nella provincia di Trento: qui gli impianti di risalita invernali, sono in funzione anche durante la stagione estiva, per permettere ai visitatori di raggiungere i rifugi sulla Cima della Paganella. Passare una giornata in questa zona, significa praticare diverse attività che vanno dall’arrampicata sportiva alla mountain bike, in attesa di rilassarsi in agriturismo, dopo aver cenato con piatti tipici della cucina locale. Cena e pernottamento.
 
Terzo Giorno
Direzione Vermiglio: proprio al confine con la Lombardia, questo piccolo gioiello, merita di essere visitato. Qui consigliamo di andare a vedere anche Forte Strino, fortezza austro-ungarica, oggi Museo dedicato alla Grande Guerra. Rientro.
Calcola il percorso
Calcola il tuo percorso