COLDIRETTI, CRESCE LA SPESA DEI VISITATORI STRANIERI NELLE MARCHE, DA DOMANI 24/9 AGRITURISMI IN VETRINA A ROMA

da: 23 settembre 2016 - a: 23 settembre 2018 - ROMA (RM)

Cresce la spesa dei viaggiatori stranieri nelle Marche che nel primo semestre del 2016 ha raggiunto quota 121 milioni di euro: il 29% in più rispetto allo stesso periodo del 2015 il miglior risultato tra le regioni del Centro Italia. E’ quanto emerge da un’analisi Coldiretti sulla base dei nuovi dati della Banca d’Italia sul turismo internazionale, diffusa in occasione della giornata di promozione degli agriturismi marchigiani che sabato 24 e domenica 25 settembre “invaderanno” il mercato del Circo Massimo, con i giovani agrichef che prepareranno colazioni, pranzi e merende.

La provincia che ha “incassato” di più dalla presenza dei visitatori esteri è quella di Ancona, con 58 milioni di euro, il 45% in più rispetto all’anno precedente, davanti a Pesaro Urbino con 28 milioni(-15 per cento). Ma il balzo in avanti più significativo viene da Ascoli Piceno, che sale a quota 17 milioni contro i 7 del 1° semestre 2015 (+142 per cento). Bene anche Fermo, che con 4 milioni raddoppia la spesa, mentre Macerata ne incassa 14 (+17 per cento). Proprio per continuare nell'opera di promozione di questa regione la Coldiretti Marche assieme a Terranostra ha organizzato un weekend dedicato ai sapori marchigiani. L'appuntamento è al Circo Massimo a Roma, nel grande mercato coperto di Campagna Amica. Giovanni Togni, agrichef della Fattoria Togni di Santa Maria Nuova (Ancona), proporrà una serie di ricette marchigiane assieme ai ragazzi dell’Agricatering, la prima rete di imprese agricole della Regione Marche condotte da under 35 che si sono associate per gestire il catering negli eventi con i prodotti a km zero, guidata da Giovanni Angeli di Pieve Torina (Macerata). Mauro Cerioni, giovane viticoltore della Tenuta San Martino di Staffolo (Ancona), offrirà un bicchiere di vino Verdicchio dei Castelli di Jesi a quanti acquisteranno la "caciotta della solidarietà", il formaggio fatto con il latte delle zone terremotate il cui incasso sarà devoluto alle aziende colpite dal sisma.  Non mancheranno musica e balli della tradizionale popolare marchigiana con i gruppi La Martinicchia di Polverigi (Ancona) e Il Balcone delle Marche di Cingoli (Macerata).

Calcola il percorso
Calcola il tuo percorso